Ed ecco Luca arrivare.
Chiara era là, seduta al tavolino di quell’hotel dove si erano dati l’apputtamento, sorseggiava del vino rosso per ingannare l’attesa. Non era solita a quei tipi d’incontri, suo marito l’avevo conosciuto realmente, ma con lui, Luca, il suo attuale amante era diverso. Giovane, tecnologico, al passo con i tempi, un messaggino ed avevano organizzato di vedersi.
La prima volta era andata bene. Erano a casa di lui, semplicemente perfetta avrebbe detto Chiara.
Stavolta luogo neutrale, l’hotel.
Si salutano, si scambiano due parole più per formalità che per altro.
Ben presto salgono in stanza.
Luca sembra impacciato non osa quasi svestire Chiara ancora vestita da ufficio.
Si fa avanti Chiara.
Sbottona i pantaloni di Luca senza pensarci di volte, via i jeans e via le mutande.
Ancora perfettamente vestita prende il cazzo di Luca in mano e inizio a massaggiarlo, pian pianino dall’alto verso il basso, finché decide di prenderlo in bocca, lo ciuccia per bene.
Luca la fissa, è entusiasta di quella situazione. La prende, inizia a svestirla. Toglie prima quella camicetta azzurra abbottonata precedentemente con tanta cura. E’ l’ora del reggiseno. Chiara mostra la sua quarta naturale. Non si accontenta. Via gonna e tacchi.
Chiara rimane nuda, in reggicalze.

Luca la prende, la china davanti a lei e a pecora e inizia ad incularla selvaggiamente. Le sue mani prendono le tette di Chiara e le strizzano forte.
Chiara sta godendo come non mai, Luca se ne accorge. La gira, lei continua a ciucciarli il cazzo finché Luca sborra.
Chiara ingoia tutto, fino all’ultimo goccio.
I due non sono affatto paghi.
Chiara prende in mano la situazione e inizia a giocherellare con il cazzo di Luca. Prima gli fa una spagnola. Il cazzo affonda completamente nella sua quarta naturale.
Lei non è ancora paga.
Lo sdraia sul letto e inizia a cavalcarlo indomabilmente.
Luca la prende, strappa il reggicalze, e inizia a strizzarle nuovamente le tette delle quali prima aveva timore anche solo a sfiorarle.
Luca sborra, stavolta non più in bocca, ma tutto dentro.
Si sdraiano, uno accanto all’altro. Lui con un gesto di tenerezza cerca di stringerla a se abbracciandola. Lei non sembra capire. Era solamente un’incotro di sesso il loro. Doveva solamente essere un’incontro di sesso. Non poteva andare oltre… dopotutto Chiara era ancora sposata. Preferisce tacere. E contraccambiare l’abbraccio di quel suo Luca così misterioso.
I due si guardano intensamente negli occhi.
Non sarebbe stata l’ultima volta che si sarebbero incontrati, lo sapevano entrambi.